"SOGNI" di Nini CASTALDI

                                Mostra personale promossa dal centro L.R. nell'ottobre 2011

g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g

      

ALLESTIMENTO OPERE

immagini dell'allestimento con particolari di alcune opere esposte e una sintesi del testo tratto dal pieghevole di presentazione della mostra

..."Da una grande abilità manuale e da una contaminazione di vari stili e tecniche nasce la creatività di Nini Castaldi.

Le opere dell'artista lavorano sul proprio intimo e su quello di chi le osserva; sull'istinto di ognuno di noi.

I ricordi della Castaldi, il suo onirico, i suoi pensieri o sentimenti si materializzano attraverso le sue mani per divenire quadri, arazzi, stendardi... oggetti preziosi o accessori.

L'ispirazione all'essenzialità di Wilde o alla profondità di Blake contrastano con la sua semplicità di forma quasi ingenua e naif...

...Difficilmente il suo lavoro è riconducibile ad una corrente precisa; possiamo, di volta in volta, azzardare un accostamento allo sperimentalismo del ready-made di Duchamp o alla connettività di Fontana, all'infantilismo visionario di Chagall, al surrealismo non figurativo di Mirò...

Vi sono richiami alle storie delle "Mille e una notte" o ai racconti di Salgari, alla letteratura per l'infanzia, che trasformano i lavori in fiabe da ascoltare con gli occhi e opere da vedere con il cuore

 

...l'artista crea un mondo visionario attraverso l'uso di supporti non convenzionali fatti nella maggior parte dei casi di materiali eterogenei e di recupero sapientemente mixati con varie tecniche lavorative e artistiche; i suoi pannelli, gli arazzi, gli stendardi, diventano così la rappresentazione stessa della futura società multietnica e il linguaggio universale dei simboli, il nuovo verbo".

ultime immagini dedicate ad altre opere esposte in mostra dall'artista Nini Castaldi e l'immagine della locandina utilizzata per promuovere l'evento.

g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g

Per tornare alla pagina: ARCHIVIOFOTOTECA

CLICCA QUI

Per riprendere la consultazione di altre pagine clicca nel SOMMARIO in alto