Pier Alberto LUZZANA

                           VINCITORE DEL PREMIO "ARTISTA DELL'ANNO"

                                 Mostra personale promossa dal centro L.R. nel mese di gennaio 2014

                                 con il Patrocinio di:  

g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g

ALLESTIMENTO DELLE OPERE

riproposto alternando agli scorci della sala e all'identificazione delle opere, il testo critico redatto in occasione della presentazione della mostra

La ricerca artistica di Pier Alberto Luzzana si esprime, fin dai suoi primissimi lavori, con immagini che ritraggono figure, personaggi e storie d’impressione di grande energia e vigore.

 l'opera: "E mo?"    

   

 

 

   

   

    "Dissolution"

Un’intensa ed appassionata costante arricchita recentemente da opere di un astrattismo decisamente materico, derivato dall’interpretazione di immaginari paesaggi della memoria, resi vivi da pennellate di colore impastato direttamente sulla tela;    

"Sogno ghiacciato"    

    

  

 

 

   

 

     "Quasi Sera"

un ciclo nuovamente avvicendato, nella sua attuale produzione, da una rinvigorita, personalissima ricerca centrata prevalentemente sulla figura femminile veicolo privilegiato per le sue scorribande nel mondo del mito, del ricordo, del sogno.

 

    "Tempo dopo"

 

 

    e sotto: "Giorno di pioggia"

sopra, da sinistra: "Le sublime est corrosif"

e, a destra: "Commiato"

Ma un sogno, il suo, ben lontano dal quel concetto “onirico”, di matrice tipicamente ottocentesca, voluto come esaltazione di grandi sentimenti, languide emozioni, o dalla ricerca del divino… bensì un sogno inteso come rivelazione, coscienza sublimata di un nuovo mito, svelato nel confronto con rinvigoriti esiti di un medioevo moderno arcano e ripetuto nei suoi antichi progetti.

sopra: "Temporale estivo" e "Primi passanti"

qui a lato: "Blu attorno"

sotto: "Di astrazioni"  e "Diavolo rosso"

Ecco così i ritratti, le figure rese non attraverso i contorni precisi e definiti di un disegno accuratamente realistico ma attraverso imprecisi e apparentemente inconciliabili coaguli di colore che si aggrumano sulla tela ricreando sorprendentemente,

come attraverso il velo confuso, ma al tempo stesso rivelatore, dell’immaginazione, del ricordo, del sogno, l’identità precisa della figura voluta, della situazione ricercata.

"Temporale"

e, sotto: "Canto alto" e "Lena"

 

sopra, da sinistra: "Fonte", "Porteghet" e "Settembre"

Ecco le cose, gli animali, le enigmatiche “simbologie” che accompagnano le figure, le circostanze, gli eventi; che ne definiscono aspetti, intenzioni, moniti… che ci invitano a decifrare l’intimo messaggio di ciascuna opera, l’aspetto sconosciuto, quello oscuro, misterioso.

 

qui a lato l'opera "Anima" 

e sotto: "Il canto torvo del tarabuso"

Un lavoro, dunque, che non si limita ad una semplice rappresentazione estetica o formale (sebbene anche solo questa basterebbe a suscitare la nostra partecipazione, giustificare il nostro interesse) ma tende ad una seconda, più intima lettura, indispensabile per identificare ed esorcizzare la consapevolezza delle realtà quotidiane;

 

constatazioni e sorprese, vizi e virtù, realtà e immaginazione… la complicata convivenza con situazioni comportamenti e scelte personali o più ampiamente sociali se non addirittura antropologiche…

... circostanze misteriose della vita rivissute attorno al piccolo falò notturno per suscitar timori in chi le ascolta e rinnovare i dubbi in chi le narra.

 

 

    "Dopo la vendemmia"

qui a lato, tra le immagini dedicate al numeroso pubblico intervenuto, uno scorcio della zona allestita con alcune poesie legate alle tematiche della mostra

e, per concludere alcune immagini dedicate alla presentazione della mostra e all'assegnazione del premio ARTISTA DELL'ANNO con il presidente del centro Alessandro Binotti l'artista Pier Alberto Luzzana e, nuovamente, il numeroso pubblico di amici, collezionisti ed appassionati d'arte.

    

                    

g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g

Per tornare alla pagina: MANIF. PERIODICHE

CLICCA QUI

Per tornare alla pagina: ARCHIVIOFOTOTECA

CLICCA QUI

Per tornare alla SCHEDA PERSONALE

CLICCA QUI

Per riprendere la consultazione di altre pagine clicca nel SOMMARIO in alto