NULLO INTERPOSITO LIMITE                     Mostra personale dell'artista NAICHE' LUZZANA

                                 promossa dal centro L.R. nel mese di novembre 2014

g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g

ALLESTIMENTO DELLA SALA DI PRIMO PIANO

particolare della locandina usata per pubblicizzare l'evento

e, di seguito, (in senso orario) le prime opere selezionate dall'artista per la manifestazione alternate da alcuni brani della recensione critica redatta per l'evento

“Dulcis temtatio” - "La fortuna del corno" - "Rank's"

Naichè Luzzana, giovane ed apprezzato artista novarese,

ha avuto modo, in questi anni, di farsi notare dalla critica e dal grande pubblico di appassionati d’arte, aderendo ad alcune significative mostre collettive che ne hanno messo in risalto una straordinaria vena comunicativa ed espressiva in grado di affiancare ad un’immediata e semplice lettura dell’opera o del soggetto, anche ed ancor più, una sottile capacità di coinvolgimento emozionale di più profonda e trascinante partecipazione.

sotto, da sinistra:

"Prendete tutto!"

"117"

e il polittico composto dalle opere: 

"88,5"  -  "44"  -  "2 pollici"  - "23"

In questa sua prima, importante, mostra personale, intitolata

“Nullo interposito limite”, l’artista presenta un'ampia selezione di proprie opere, in cui emerge una galleria di fisionomie visionarie, personaggi, ritratti e persone comuni narrate attraverso i tratti di un segno che estrae la propria matrice dall’arte popolare, dalla street art, dalle linee fulminanti dei comics…eccezionalmente arricchita ed esaltata da un vigoroso gesto pittorico impulsivo e di avvincente seduzione.

 

  "46"

quindi le opere:

"senza titolo"

"21 grammi di rock"

"dedicato a Marina"

Figure isolate nel ricordo di un particolare istante di vita oppure impassibili, congelate nei propri pensieri, nei volti imperturbabili, negli sguardi infiniti usati come veicolo comunicativo per la manifestazione di concetti che rivendicano la necessità di liberarsi da condizionamenti e restrizioni...

e, sopra, due miti della cultura pop 

"Jimy" e "Marilyn"

controcampo della zona ingresso con, a destra, due opere (del 2010) "La spiaggia di Milo" e "Marina" dedicate da Naichè Luzzana al noto disegnatore di fumetti Milo Manara

... uno spazio di riflessione immediato e spontaneo nato non per eludere banalmente situazioni, regole e indirizzi di comune condivisione ma per stabilire un territorio di espressione e riflessione in cui proporre il racconto sincero e spontaneo di se stessi, in cui riconoscersi e manifestarsi senza condizionamenti, costrizioni e vincoli ma padroni coscienti e responsabili dei propri ideali, dei propri interessi, delle proprie emozioni.

a lato e sotto

"senza titolo"

"Tentazione"

"Il subconscio pensieroso"

 "calze 77"

"Matrimonio in blues"

"Gianni blues"

       

"Foschie serali"

"Toro Seduto"

e un'altra immagine dedicata a visitatori della mostra

cui seguono

"Clementissime Pater"

"Strinù"

"La felicità di esser spensierati"

"Isola rossa"

"Sarah"

"Senza titolo"

"Autunno marrone"

e le ultime immagini dedicate alle opere (nuovamente di ispirazione fumettistica)

"Capraia"

"Senza titolo"

e ad un momento della giornata inaugurale con l'artista e il noto regista Vanni Vallino che ha condotto la presentazione critica della mostra.

l'artista Naichè Luzzana può essere contattato all'indirizzo mail: edilrestauriberti@gmail.com

g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g  g

Per tornare alla pagina: ARCHIVIOFOTOTECA

CLICCA QUI

Per riprendere la consultazione di altre pagine clicca nel SOMMARIO in alto